Oggi e' il terzo giorno della terza decade del mese di Alturiak - L'artiglio dell'inverno
1391 CV -

WikiToril

WikiToril

In continuo aggiornamento la WikiToril è in grado di fornirti tutte le informazioni relative ad Abeir-Toril.

Per iniziare a giocare con noi

inizia_giocoBenvenuto giovane avventuriero. Qui troverai tutto il necessario per poter giocare con noi.

Server Status

Server 1: offline
194.69.193.75:5121


Server 3: offline
194.69.193.75:5123


GLM: offline
194.69.193.75:5122


Pg Online

Login

         | 

L'Assedio di Silverymoon - Parte 2 di 2

Silverymoon è in festa.. gli orchi sono stati sconfitti.. la gente per le strade festeggia e brinda alla memoria dei valorosi caduti che hanno dato la loro vita affinché la Gemma continuasse ad esistere..

Elora si aggira per le strade, l'armatura e le parti del corpo scoperte ancora sporche di sangue, rosso e nero, ormai secco ed incrostato..
Non guarda né ascolta.. obbliga la sua mente a far mettere un piede davanti all'altro.. la sua meta non è distante..
Recupera la chiave di casa.. questa volta non si cura di aspettare una voce o un segno.. sale le scale buttando capi di vestiario ed armi lungo il tragitto..
Le braccia, le gambe e il torace mostrano i segni dello scontro, niente ferite apparenti, ma un numero sufficiente di lividi ed escoriazioni tali da farla sembrare uno strano animale maculato..
Nella stanza da bagno la vasca è piena.. è stata lei a farlo prima dello scontro?

Non ricorda.. non è importante.. si infila nell'acqua gelida, fitte di dolore le scuotono il corpo che reagisce brutalmente a quella violenza..
Chiude gli occhi, le emozioni provate durante quella lunga giornata esplodono.. non le trattiene scoppiando in un pianto dirotto..

 

Sui bastioni.. molte ore prima..

 

 

Arasume ha dato gli ordini.. la battaglia è ormai imminente..

Perde di vista quasi all'istante sia i nani sia Amelia.. Amberle è da qualche parte nello spiazzo davanti alle porte.. ha intravisto Misa ma anche lei si è diretta immediatamente altrove..

Sale di corsa le scale che portano ai torrioni.. Nota quasi subito Perro e Rjordan.. poi li vede.. un'orda smisurata di orchi emerge dalla boscaglia.. si ferma.. rumore assordante di mazze che sbattono contro gli scudi..
Chiude gli occhi e prega in cuor suo tutti i Seldarine di proteggerli..
Gli arcieri e i balestrieri serrano le fila posizionandosi tra i merli delle mura, le armi cariche, faretre con frecce e quadrelli posizionati poco distante..
Sente la presenza di Eclair alle sue spalle, alcuni maghi parlottano tra loro.. il timore di tutti è che la trama ceda e con lei le ultime difese magiche della città..

Gli orchi avanzando di qualche decina di metri.. Qualche cosa non va, il volto dei maghi è tirato.. la trama ha ceduto.. tutte le protezioni magiche sono scomparse, non c'è tempo per pensare né per fare congetture..
Dai bastioni raffiche di frecce si abbattono sulle fila degli orchi.. non devono avvicinarsi.. non devono usare le scale, che – come richiamate magicamente – fanno la loro comparsa..
Arcieri e balestrieri trovano nuovi bersagli.. gli orchi non devono riuscire ad usare quelle scale.. la pioggia di frecce e quadrelli continua inesorabile..
Sente la sua voce, sta urlando, incita gli uomini, altre voci al suo fianco fanno lo stesso.. urla su urla si perdono mentre nello spiazzo davanti alle porte pare che tutto sia ancora fermo.. immobile..
E poi eccolo l'ariete.. portato a forza da creature enormi inizia a colpire inesorabile il portone..
Non c'è tempo per controllare, le prime scale ormai sono posizionate, gli orchi salgono..
L'elfa non smette di scoccare, le voci dei maghi cambiano.. la trama è tornata.. immediatamente nell'aria si diffonde il salmodiare degli arcanisti in contrappunto con le preghiere dei sacerdoti.. protezioni magiche iniziano a ricoprire gli uomini sui bastioni..

Giusto in tempo.. grazie ai Seldarine.. i primi orchi irrompono sulle mura.. il corpo a corpo di fa cruento.
L'elfa estrae la spada, la lama avvelenata si conficca nella pelle dell'orco.. il veleno non ha però il tempo di agire.. qualcuno alle sue spalle ha lanciato un incantesimo e l'assalitore è crollato a terra..
La prima ondata è stata sconfitta.. molti corpi giacciono a terra, il sangue rende scivoloso il camminamento..
Alcuni difensori sono feriti, altri giacciono a terra privi di vita.
Elora, mal ferma sulle gambe, cerca di medicarne il più possibile.. umani.. elfi.. nani.. membri dei Grifoni.. soldati di Nala-Krak.. miliziani di Silverymoo.. non fa alcuna differenza..
Anche i sacerdoti dispensano magie curative.. Riconosce Shion.. gli sorride appena e passa oltre..
Finchè un boato non squarcia l'aria.. le porte hanno ceduto.. lo scontro si è spostato sul piazzale..

 

Dall'alto l'elfa non distingue bene lo svolgersi degli eventi..

Sente i rumori del combattimento nello spiazzo, gli orchi hanno fatto breccia..
Quegli attimi di tregua sui bastioni le servono per riprendere fiato..
Gli assalti ricominciano.. due.. tre.. quattro.. Cade colpita da qualche cosa.. il sangue sul camminamento le inzuppa il mantello, le sporca i capelli.. qualcuno la cura.. si rialza barcollando.. cerca aria.. l'odore pungente della morte e di qualche cosa di strano le riempie le narici..
Bruciato.. ma non viene dalla boscaglia in fiamme.. Una voce urla di stare giù, d'istinto si abbassa appena in tempo per vedere un proiettile passarle sopra la testa.. Gli orchi stanno usando macchine d'assedio..

Gli scontri continuano incessanti, voci concitate discutono sul da farsi, qualcuno vuole teletrasportarsi a ridosso delle macchine da guerra per distruggerle.. riconosce la voce di Amelia.. non è d'accordo..
Altri orchi.. altri colpi.. la stanchezza inizia ad annebbiarle la mente.. ogni muscolo del corpo le fa male..

Il tempo scorre.. Elora non sa dire da quanto sia lassù a scagliar frecce e a menar fendenti..
Le macchine da guerra hanno cessato il bombardamento.. qualcuno le ha distrutte?
E poi il silenzio.. l'esercito degli orchi si ferma.. il cielo diventa rosso..
Qualche cosa appare sulle mura.. quelli non sono orchi ma demoni.. Una remota parte della sua mente ricorda il colloquio alla Velata con Amberle, la richiesta di scoprire se tra le fila degli orchi ci fossero anche demoni.. ed eccoli li infatti.. ma chi ha tanto potere da evocarli e controllarli?

L'elfa scuote la testa, non è il momento delle domande, ricomincia a lanciare frecce – totalmente inutili – verso quegli esseri repellenti.. Un'occhiata fugace le permette di riconoscere Shion ed Eclair intenti in un corpo a corpo.. lei continua a scagliare frecce contro i nemici, prima o poi cadranno..
L'assalto alla fine è respinto, le vittime sono molte.. quasi tutti i volontari giacciono a terra morti, solo in pochi sono sopravvissuti, la consapevolezza di non poter reggere una seconda carica si fa spazio tra di loro.

L'unica soluzione è uccidere l'evocatore.. ma non si vede all'orizzonte..
Ad uno ad uno scendono dai bastioni, l'urgenza ora è trovare il modo di eliminare definitivamente le creature demoniache dal conflitto.
Sul terrapieno davanti alle porte si stanno già muovendo, figure e sagome che lei conosce ma che in quel momento non distingue.. vede un gruppo scomparire.. si sono teletrasportati?
E poi non c'è tempo di pensare.. orchi e ancora orchi cercano di irrompere in città.. Bisogna dare il tempo a chi è partito con la magia di eliminare il problema.. Di nuovo Elora fa l'unica cosa che può fare.. ricomincia a scagliare frecce.. più ne cadono meno ne rimangono da affrontare..

I ricordi si annebbiano, cosa sia accaduto dopo non le è chiaro..
Vede Amberle tornare.. sente qualcuno dire che l'evocatore è morto.. vede l'esercito orchesco indietreggiare nella boscaglia, poi un'unica enorme e solitaria figura fa la sua comparsa.. Il cavallo marcia fiero verso i difensori, i corpi degli orchi morti non sono un problema..
Sul grosso animale una creatura ancora più grossa troneggia.. che sia il capo dell'esercito?
Si ferma.. chiede di parlare ad un rappresentante di Silverymoon..
Lady Alustriel compare, l'eletta di Mystra è circondata dalla sua guardia..
Si avvicina all'orco.. si parlano.. frasi che nella mente di Elora sono indistinte, quelle parole dovrebbero farle scattare un campanello d'allarme.. le incamera, in quel momento è troppo stordita per ragionarci su, ci sarà tempo dopo si dice..
L'orco si allontana.. Lady Alustriel si volta verso i difensori, li ringrazia, la città è salva, la battaglia è finita..
Spossata e dolorante Elora ripone l'arco a tracolla, quel gesto semplice le produce una fitta dolorosa alla schiena.. una smorfia di disappunto si dipinge sul suo volto, che solo lontanamente ricorda il colore della sua pelle.. Grosse chiazze di sangue le imbrattano il viso e tutto il resto del copro..
Lo sguardo si posa su Amberle, l'elfa dorata l'abbraccia, sono salvi.. si ma a che prezzo ribatte Elora..
No... quello non è il momento per pensarci.. la mente non è in grado di elaborare quelle informazioni, non adesso..Scioglie l'abbraccio che la cinge ancora alla sorella, sorride ad Eclair, nota una ad una le persone che conosce, chi più chi meno mal ridotto..
Ancora non si sa il numero dei caduti.
Ogni fibra del suo corpo reclama riposo.. Saluta, i convenevoli si devono rispettare anche sul campo di battaglia, mentre con passo stanco si dirige verso casa..
Per le risposte c'è tempo.. almeno il suo cuore lo spera...

You have no rights to post comments