Oggi e' il terzo giorno della terza decade del mese di Alturiak - L'artiglio dell'inverno
1391 CV -

WikiToril

WikiToril

In continuo aggiornamento la WikiToril è in grado di fornirti tutte le informazioni relative ad Abeir-Toril.

Per iniziare a giocare con noi

inizia_giocoBenvenuto giovane avventuriero. Qui troverai tutto il necessario per poter giocare con noi.

Server Status

Server 1: offline
194.69.193.75:5121


Server 3: offline
194.69.193.75:5123


GLM: offline
194.69.193.75:5122


Pg Online

Login

         | 

Indietro nel Tempo/1

"Il Tempo non è tuo nemico. L'Eternità lo è"

"Com'è possibile, Maestro Aramil? Il Tempo ci conduce inevitabilmente alla morte, mentre l'Eternità è ciò a cui aspiriamo attraverso la memoria e le nuove generazioni"

---

Davanti agli occhi di Amberle, l'Ultimo Arcanista di Netheril fece la sua teatrale apparizione. Così vicino a lei, eppure così lontano, assiso nel suo antico potere. Così simile, eppure così diverso da lei: entrambi avevano e avrebbero pagato molto per preservare l'anima del Faerùn.
Ma solo uno dei due avrebbe ammesso cosa era dovuto diventare per raggiungere quello scopo.

 

 



---

"E' una lezione che ho appreso, per quanto possa apparire incredibile... da un umano"

"Gli umani non hanno una concezione del Tempo. E' brutale a dirsi, ma... vivono troppo poco a lungo per averla"

---

Il lich si portò dinanzi alle tre donne. Mai davvero abituata a quegli occhi cremisi, Amberle prese la parola per difendere la sua compagna dal fastidio di Larloch. Ogni parola veniva accuratamente soppesata, ogni tonalità della voce scelta affinchè non offendesse l'Ultimo Arcanista... nè l'orgoglio dell'elfa del sole. Era un esercizio di dialettica a cui ormai Amberle non era più abituata. Non ne valeva più la pena per gli altri.
Ma per un Artista... e per lei...

---

"Proprio questo dovrebbe farti riflettere, Amberle. Immagina di avere dinanzi a te un fiume e chiederti quanto sia profondo. Interrogheresti sull'argomento il pescatore sulla riva o il pesce che vi nuota all'interno?"

"Io... credo il pesce, Maestro"

---

Il pensiero della seccatrice fu distolto dalla mente del lich. Come attori su un palcoscenico di ombre, gli Artisti avevano una parte da svolgere, e doveva concludersi esattamente a tempo con quella degli altri comprimari. Larloch non le diede mai le spalle, ma Amberle ebbe comunque la viva impressione che, nell'eseguire quel rituale, l'Ultimo Arcanista avesse perso la concezione della realtà.
Dopotutto, lei per prima conosceva le conseguenze spirituali più profonde della Cronomanzia.

---

"Gli umani vivono nel Tempo, Amberle. Ne sentono scorrere ogni singolo istante in un modo che noi non potremo mai capire. Noi siamo più simili a distanti osservatori che, con meticolosità ma freddezza, registriamo tutto ciò che ai nostri arroganti occhi appare importante.
Senza curarci di ogni istante. Di ogni singolo frammento di Tempo"


"Ma non è il nostro compito, Maestro Aramil. Perchè dovremmo occuparci di una tale, estenuante e futile attività? Sarebbe come preoccuparsi della vita di ogni singola formica nel mondo, ogni istante"


---

Tutti la percepirono, anche se forse solo Amberle potè dare un nome a quella sensazione di spostamento: il Tempo veniva piegato da Larloch. Non ci fu alcuna spettacolare conflagrazione, nè alcuna miracolosa resurrezione... ma l'Arcimaga sapeva bene quanto fosse portentoso il Portale che si spalancava dinanzi a loro, un rigurgitio continuo di pulviscolo simile a sabbia, il tessuto stesso del Tempo.

---

"E chi ci dice che l'istante della formica un domani non determinerà il crollo di un impero, Amberle? Non puoi prevedere lo scorrere del Tempo, nè come le sue infinite pieghe potranno plasmare il futuro.
La verità, giovane, è che noi elfi dorati siamo avulsi dal Tempo. Distanti come dei sul loro olimpo, siamo diventati Eterni e ci arroghiamo il diritto di conoscere cosa sia o non sia il Tempo, senza renderci conto che, in verità, ci allontaniamo sempre più da ciò che dovremmo proteggere.

E per questo, Amberle, ti dico: il Tempo non è tuo nemico, l'Eternità lo è. Perchè verrà il momento in cui dovrai nuotare in quel fiume per esplorarne le profondità.
E in esse non dovrai annegare, o sarai perduta"

You have no rights to post comments